|
|
Glossario Dermatologia
    
Hai cercato

GRANULOMA

1

Nodulo sottocutaneo duro e scarsamente dolente, di solito esito di un processo infiammatorio locale.

Il tipo più comune ad osservarsi è quello delle natiche, come reliquato di iniezioni intramuscolari, il cui liquido, di difficile assorbimento, ha creato la reazione infiammatoria.

GRANNULOMA ANULARE: affezione cronica che si manifesta con elementi nodulari che si raggruppano a forma di anello, spesso localizzati alle mani, ai gomiti e alle ginocchia. Il granuloma anulare è asintomatico. Si osserva nelle donne con una frequenza due volte maggiore rispetto agli uomini. Le cause sono ancora sconosciute. Talora sembrano avere un ruolo scatenante punture d'insetto, traumi, infezioni virali e, nelle forme disseminate, l'esposizione ai raggi UVA. E’ anche probabile una predisposizione ereditaria.

GRANULOMA PIOGENICO: lesione cutanea estroflessa che si manifesta con un nodulo rilevato di colorito rosso sangue a tendenza erosiva. L'affezione è frequente in entrambi i sessi e a tutte le età, anche se è più comune in bambini e giovani. Fa seguito, di solito, a una lesione traumatica della cute, che è spesso una puntura accidentale, la spremitura di un comedone, l'escoriazione ripetuta di una follicolite. Si presenta come una lesione rotondeggiante, di colore rosso acceso, molle al tatto. Il granuloma piogenico è una lesione benigna che in poche settimane raggiunge la dimensione definitiva e poi si stabilizza